Home Page > Comunicazione

Comunicazione

 

Mai provati con…?

Con il latte, con il miele, con il caffè: questi sono solo 3 degli innumerevoli modi di gustare Pavesini, consigliati dai protagonisti di questi spot tv.

Una vetrata sul mare

Una vetrata usata da due ragazze per specchiarsi, mentre un ragazzo le osserva divertito dietro il vetro, mangiando Pavesini, perché “ci sono cose che vorresti non finissero mai? come i Pavesini”.

Che ora è?

In nuove scene all’interno di Carosello si inserisce per la prima volta lo slogan “è sempre l’ora dei Pavesini”.

Quando vuoi, quanti ne vuoi

Sulle note di “Never can tell” di Chuck Berry, in diverse situazioni i protagonisti (due ragazze in barca, una coppia sul divano, dei ragazzi ad una partita di calcio, una giovane donna in ufficio) gustano Pavesini ricordando che sono buoni e leggeri.

Quando vuoi, quanti ne vuoi

Sulle note di “Never can tell” di Chuck Berry, in diverse situazioni i protagonisti (due ragazze in barca, una coppia sul divano, dei ragazzi ad una partita di calcio, una giovane donna in ufficio) gustano Pavesini ricordando che sono buoni e leggeri.

Quando vuoi, quanti ne vuoi

Sulle note di “Never can tell” di Chuck Berry, in diverse situazioni i protagonisti (due ragazze in barca, una coppia sul divano, dei ragazzi ad una partita di calcio, una giovane donna in ufficio) gustano Pavesini ricordando che sono buoni e leggeri.

Quando vuoi, quanti ne vuoi

Sulle note di “Never can tell” di Chuck Berry, in diverse situazioni i protagonisti (due ragazze in barca, una coppia sul divano, dei ragazzi ad una partita di calcio, una giovane donna in ufficio) gustano Pavesini ricordando che sono buoni e leggeri.

Quando vuoi, quanti ne vuoi

Sulle note di “Never can tell” di Chuck Berry, in diverse situazioni i protagonisti (due ragazze in barca, una coppia sul divano, dei ragazzi ad una partita di calcio, una giovane donna in ufficio) gustano Pavesini ricordando che sono buoni e leggeri.

Sentirsi leggeri è sentirsi vivi

Dal 1991 Cabrini è testimonial di tutte le marche Pavesi, come rappresentante esemplare della “gente piena di vitalità”.